TorrentFlux: un sistema automatico per scaricare torrent

I torrent (di cui parlo diffusamente qui) sono ottimi per scaricare materiale voluminoso (e legale, ovviamente!!). Presentano però un problema: un download richiede tempo (da qualche minuto a qualche giorno, a seconda delle fonti disponibili), e per tutto questo tempo il computer deve rimanere acceso e connesso alla rete. Inutile dire che richieste del genere non si adattano troppo bene a chi come computer possiede un portatile; d’altra parte, il computer di casa risolve questi problemi ma pone una problematica diametralmente opposta, ovvero il fatto che, essendo un computer “fisso”, per forza di cose se devo interagire con esso mi devo spostare fisicamente nella sua posizione, in genere occupata dal grosso sedere di un familiare intento a giocare a FootBall Manager.

La soluzione ideale sarebbe un sistema che gira sul computer fisso (o meglio, su un server) e si occupa di gestire i download mediante il suo client torrent, mettendo a disposizione dell’utente un’interfaccia web (quindi raggiungibile da tutta la rete locale e, volendo, da tutto il mondo) per l’inserimento di nuovi torrent o la gestione dei download già avviati.

Un sistema che fa esattamente quello che ho scritto sopra esiste e si chiama TorrentFlux. E’ progettato per essere installato in un server linux (penso possa girare anche sotto winzoz, ma la sola idea mi traumatizza) e usa interfacce web realizzate in php/mysql.

L’installazione non è banale ma nemmeno troppo complicata. Per prima cosa i requisiti, ovvero quanto deve essere già presente sulla macchina.

  • Un server web che supporti il php (Apache va più che bene)
  • Un database SQL (come MySQL)
  • PHP 4.3 o superiore
  • Python 2.2 o superiore

Normalmente un server ha già tutte queste cosette. Se il nostro non ce le ha, possiamo installarle molto semplicemente:

sudo apt-get update
sudo apt-get upgrade
sudo apt-get install apache2 php5 libapache2-mod-php5
sudo apt-get install
mysql-server libapache2-mod-auth-mysql php5-mysql
sudo apt-get install python
sudo /etc/init.d/mysql restart
sudo /etc/init.d/apache2 restart

(spero di non aver dimenticato nulla). A questo punto dovremmo avere tutto quello che ci occorre, passiamo all’installazione di TorrentFlux. Scarichiamo la “current version” dalla pagina di download. Apriamo un terminale e posizioniamoci nella cartella dove è avvenuto il download.

tar -xvzf torrentflux_2.4.tar.gz (il nome potrebbe essere diverso)

Prima di proseguire dobbiamo predisporre il database su cui lavorerà TorrentFlux. Supponendo di avere installato mysql, iniziamo creando un database di nome, per l’appunto, torrentflux:

mysqladmin -u root -p create torrentflux

a questo punto verrà richiesta la password dell’utente root di mysql. A seconda della distribuzione, la password è in bianco oppure corrisponde alla password dell’utente amministratore del server.

(ps: se la password è in bianco, conviene prendere tempo ora e pensare a modificarla:
mysqladmin -u root password nuovapassword
(verrà chiesto di inserire la vecchia password per conferma)
)

Una volta creato il database, provvediamo a popolarlo mediante il file di comandi già bello e pronto nella cartella di installazione di torrentflux:

mysql torrentflux < torrentflux_2.4/sql/mysql_torrentflux.sql

Se tutto è andato per il verso giusto, il prossimo passo è modificare il file di configurazione di torrentflux:

sudo vim html/config.php

In questo file cerchiamo la riga

$cfg[“db_pass”] = “”;

e tra i doppi apici prima del punto e virgola inseriamo la password dell’utente root di mysql. Salviamo e chiudiamo. L’ultimo passo è piazzare la cartella del programma in un posto dove sia raggiungibile facilmente attraverso apache. Potremmo cambiargli nome, per prima cosa: io la chiamerò “torrent”.

sudo mv torrentflux_2.4/ torrent/

Spostiamo il tutto nella cartella di lavoro di apache2, che nel mio caso (Ubuntu) è in /var/www:

sudo mv torrent/ /var/www/

Assegniamo per stare sicuri la proprietà di tutta la cartella all’utente di apache2, (nel mio caso www-data):

sudo chown -R www-data /var/www/torrent/

A questo punto possiamo puntare il nostro browser sull’interfaccia del programma. E’ sufficiente inserire nella barra dell’indirizzo del browser

http://ip.del.server/torrent/html

(se non sappiamo l’IP del server possiamo vederlo col comando “ifconfig”; teniamo presente che potrebbe cambiare col passare del tempo, ma d’altra parte se stai installando questa roba su un server vuol dire che sai perfettamente di cosa sto parlando🙂 ).

Per accedere è necessario inserire le credenziali del superutente, che di default sono pari a quelle per l’accesso al database: “root” come utente e la password root di mysql come password. Per prima cosa conviene creare un utente per l’uso comune, a cui possiamo comunque dare in fase di creazione i permessi di amministrazione.

Per iniziare conviene fare un salto nell’interfaccia di configurazione: pulsante “admin” in alto a destra, poi click su “settings” nel menu in alto. Tra le impostazioni cui dare un occhio vi sono sicuramente:

  • Path: la cartella di destinazione dei download. Deve appartenere a (o quantomeno essere scrivibile da) l’utente in cui gira apache (in Ubuntu è l’utente www-data).
  • Max Upload Rate
  • Max Download Rate

A questo punto (dopo aver salvato le impostazioni) l’interfaccia utente è talmente semplice da usare che non sto nemmeno a parlarne.

sc21_01

Vi dico solo che abbiamo a che fare con un sistema completo e molto ben studiato, che ben si adatta sia al singolo sia a un gruppo intero di utenti indipendenti, con code, priorità e cose così. Ma penso che la cosa migliore per rendersene conto sia fare qualche esperimento.

Per chi invece vuole iniziare a scaricare indico immediatamente i primi due campi di testo in alto a sinistra:

  • Il primo permette di uploadare dal computer locale un file .torrent
  • Il secondo permette di specificare un file torrent trovato in rete mediante il suo indirizzo, provvederà torrentflux a scaricarselo.

In ogni caso i file corrispondenti ai torrent attivati appariranno nell’elenco sottostante; i file appena inseriti normalmente sono fermi, per avviarli è necessario cliccare sul pulsante verde alla loro destra. Et voilà!

E la cosa bella, ormai l’avrete capito, è che anche se chiudo il browser il sistema continua silenziosamente a funzionare, a scaricare, scaricare.. materiale legale, materiale legale, mettetevelo in testa, materiale legale…

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a TorrentFlux: un sistema automatico per scaricare torrent

  1. Fabio ha detto:

    anche mldonkey supporta i torrent…

  2. piccimario ha detto:

    si, è vero, ma io cercavo un sistema specifico per i torrent.. inoltre torrentflux ha il vantaggio di non essere un sistema completo sempre attivo, ma un’interfaccia php (quindi aperta solo al momento della richiesta di una pagina) e una serie di istanze del piccolo client torrent: questo si traduce in un minore e più mirato utilizzo di risorse (che come sai sul mio server scarseggiano)…🙂

  3. Fabio ha detto:

    pota ma se metti apache, python, mysql e php… consuma + risorse (mldonkey-web è solo un cgi…)

  4. piccimario ha detto:

    eh si, ma ti sfido ad avere un server che non abbia già tutta quella roba a prescindere..

  5. Federico ha detto:

    non capisco come mettere in autodownload i torrent…

    • Anonimo ha detto:

      scrivi su google TORRENTS SEARCH ENGINE, SALVA LA PAGINA , clicca i torrenz \ESEMPIO, MUSICA , CANTANTE, SERVER,GUARDA i numeri alla tua destra in blu e in verde, sul server troverai torrent download clicca.

  6. mauro ha detto:

    ho fatto tutto fino a mysql torrentflux < torrentflux_2.4/sql/mysql_torrentflux.sql e qua mi da come risposta ERROR 1045 (28000): Access denied for user 'mauro'@'localhost' (using password: NO)
    e così non riesco + ad andare avanti,non capisco l'errore.Ringrazio in anticipo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...