Test velocità dischi in diverse configurazioni

Pubblico alcuni test di velocità fatti con sul laptop con diverse configurazioni. Possono servire per farsi un’idea delle differenze di prestazioni dei dischi al variare della connessione, del tipo di disco e del tipo di accesso.

NB: post originalmente pubblicato su facebook, ripubblico qui in vista di probabile nuclearizzazione dell’account.

Test svolti con Crystal Disk Mark 3.0.3, 5 iterazioni per test con blocco dati 1 GB. Computer: portatile Acer Aspire 5755g, 6 GB RAM. Per ciascuna configurazione i dati vengono letti o scritti sequenzialmente, a blocchi di 512 KB, a blocchi di 4KB e a blocchi sempre di 4KB ma con più richieste accodate (QD sta per “queue depth”). I risultati sono negli screenshot sottostanti con spiegazioni e un breve commento.

1) NAS Buffalo Linkstation Duo, 2 dischi WD Red da 2TB l’uno in RAID1. Connesso mediante Ethernet gigabit. Accesso sequenziale paragonabile a USB2, accesso frammentato molto elevato (in particolare la scrittura) probabilmente a causa di caching del NAS.

disk01

2) SATA II interno, 2.5” 5400 rpm, 750GB preinstallato nel portatile. Buona la lettura sequenziale (grazie alla connessione SATA II), scarso in lettura frammentata (colpa dei 5400rpm).

disk02

3) Un vecchio SATA interno, 2.5” 5400 rpm, 160GB installato in un adattatore inserito al posto del lettore dvd del portatile. Buona la lettura sequenziale (grazie alla connessione SATA II), scarso in lettura frammentata (colpa dei 5400rpm). Curiosamente si comporta leggermente meglio del disco interno, ma magari è perchè è a singola partizione, più piccolo e vuoto.

disk03

4) Disco SATA II 7200rpm 3.5”, connesso mediante dock sata e cavo USB2. Accesso sequenziale limitato dall’USB2, accesso frammentato buono (grazie ai 7200rpm).

disk04

5) Disco SATA II 7200rpm 3.5”, connesso mediante dock sata e cavo USB3. Accesso sequenziale buono grazie all’USB3, accesso frammentato buono (grazie ai 7200rpm).

disk05

6) Disco SATA II 7200rpm 3.5”, connesso mediante dock sata e cavo USB3 con 1 m di prolunga USB3. Accesso sequenziale evidentemente limitato dalla prolunga (fino a velocità paragonabili all’USB2), accesso frammentato buono (grazie ai 7200rpm).

disk06

Per ora è tutto. Aggiornerò i dati se/quando avrò occasione di testare nuove configurazioni.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...